Cover Four – Week 11

Image019.jpg

Ogni settimana tratteremo quattro spunti di riflessione più o meno seri donatici dalla National Football League

LEGION OF DOOM

Tempi duri nel nord-ovest degli Stati Uniti. Con due sconfitte nelle ultime tre partite, i Seattle Seahawks sono almeno per il momento fuori dai playoff per via del loro modesto record di 6-4. E nell’immediato le cose non sembrano affatto pronte a capovolgersi in positivo. Due settimane fa è arrivata la sconfitta in casa contro i Washington Redskins e questa domenica è arrivata un’altra sconfitta, di nuovo sul suolo amico del CenturyLink Field, per mano degli Atlanta Falcons in una sfida molto importante per i destini della NFC. Protagonista in negativo delle due sconfitte è stato Blair Walsh, l’ex kicker dei Minnesota Vikings che l’anno scorso era finito in un mare di polemiche per le sue prestazioni scadenti. Walsh aveva iniziato la stagione ottimamente, con 12 calci su 13 a bersaglio prima della Week 8. DaRisultati immagini per richard sherman achilles allora, ben tre calci sbagliati contro gli ‘Skins e il calcio del potenziale pareggio contro Atlanta finito corto. E pure nella vittoria di giovedì scorso sugli Arizona Cardinals ci sono stati grossi motivi di rammarico. Richard Sherman ha riportato la rottura del tendine d’Achille, mentre Kam Chancellor un problema al collo: in entrambi i casi, si vocifera che la loro stagione sia già terminata. Il che è una mazzata non da poco per la parte più telentuosa del roster degli ‘Hawks, quella Legion of Boom formata da Earl Thomas (che viene da una frattura alla tibia che lo aveva fatto flirtare col ritiro), Sherman, Chancellor e… l’altro corner opposto a Sherman. Senza i loro pezzi da novanta in campo e coi modesti rimpiazzi a sostituirli, non sorprende che contro i resti della L.O.B. Matt Ryan abbia fatto registrare il QBR più alto della stagione (92.3) e la seconda percentuale di completi più alta (70.4%). La principale ragione per cui Seattle resta viva nel tabellone della NFC è Russell Wilson. Il QB è secondo in NFL per yard lanciate ed è l’unico nel ruolo a guidare il proprio team anche come yard conquistate su corsa. I Los Angeles Rams sono distanti solo una partita, ma, dato il miglior stato di forma dei losangeleni, c’è da prendere in seria considerazione il fatto che i Seahawks potrebbero non qualificarsi per i playoff: una colossale delusione per una franchigia che negli ultimi anni è stata una candidata sempre credibile al Super Bowl.

LOS RAIDERS SON MALO

Ricordate l’AFC dello scorso anno verso questo punto della stagione? Gli Oakland Raiders erano 8-2 in quella che per molti versi era la stagione della vita. A tal punto che in molti vedevano nei predoni nero-argento la squadra predestinata a detronizzare finalmente i New England Patriots nel più classico happy ending sulla strade per il Super Bowl. Il resto, purtroppo per loro, è storia. Derek Carr si ruppe la tibia nel finale di stagione e senza di lui la squadra si sciolse come neve al sole al primo turno di playoff. Il 2016 perciò non vide alcuna sfida fra Pats e Raiders, mentre la schedule del 2017 li aveva sapientemente accoppiate nella Week 11. A inizio anno, la loro sembrava una sorta di sfida destinata a fornire una importante e forse decisiva indicazione su chi avrebbe poi vinto l’AFC. Come fin troppo spesso accade, la realtà Risultati immagini per marshawn lynch tackled raidersha avuto piani ben più imprevedibili dell’immaginazione. Dopo un promettente 2-0 di inizio 2017, le prestazioni di Oakland sono calate a picco. Sei sconfitte e solo due misere vittorie hanno portato la squadra a un record di 4-6 e momentaneamente fuori dai playoff. L’ultima delle sconfitte è appunto arrivata in Week 11 contro i Pats. Il palcoscenico era unico, ovvero Città del Messico, location tattica che in futuro potrebbe ospitare una squadra pro americana. Tom Brady non ha risentito del cambiamento di latitudine (e quando mai!?) e dopo tre quarti il risultato era un impietoso 30-0, diventato poi il definitivo 33-8. La sconfitta è fra l’altro costata il posto al DC Ken Norton, la cui difesa fin qui ha 0 intercetti e solo 14 sack (ultimi in NFL). E pensare che rispetto alla corazzata dello scorso anno la squadra è sostanzialmente rimasta la stessa e anzi aveva aggiunto in offseason Marshawn Lynch, strappandolo dal suo ritiro. Fin qui il 31enne figlio di Oakland ha però occupato i titoli dei giornali solo per motivi collaterali al football. Ad esempio domenica è rimasto seduto per l’inno USA, ma si è alzato per quello messicano, scatenando l’ira del Presidente Trump. In campo però il suo ritorno è stato un enorme fiasco: nessuna partita sopra le 100 yard e appena 4 TD, di cui la metà contro i derelitti Dolphins. Se i Seahawks hanno almeno la parziale scusante degli infortuni, impossibile non considerare i Raiders una delle maggiori delusioni di questa stagione.

COITUS INTERCEPTUS

Se il 40enne Brady continua a dominare la lega e il 24enne Carson Wentz è un altrettanto serio candidato per l’MVP, mai come quest’anno la generale e diffusa mediocrità dei quarterback NFL è saltata all’occhio. La domenica NFL ha visto tre triplette di intercetti fra i QB. Brett Hundley dei Green Bay Packers ha lanciato 3 intercetti e, tanto per mettere la ciliegina sulla torta, ha perso un fumble. Jay Cuter dei Miami Dolphins ha registrato altrettanti intercetti prima di finire KO per una commozione cerebrale. Chiude il terzetto Dak Prescott, nobile caduto in disgrazia anche per colpa dell’assenza del LT Tyron Smith, che Risultati immagini per Nathan Peterman interceptionha condannato coi suoi 3 intercetti i suoi Dallas Cowboys. Nel Thursday Night Marcus Mariota è stato protagonista di addirittura 4 intercetti e i suoi Tennessee Titans non hanno potuto evitare una sonora sconfitta. Il caso più clamoroso è però quello capitato ai Buffalo Bills. Dopo una prima parte di stagione tutto sommato positiva, coach McDermott ha deciso di panchinare Tyrod Taylor e promuovere il rookie QB Nathan Peterman. Peccato che la permanenza in campo di Peterman sia durata appena un tempo. Abbastanza tempo per prendere a scalpellate la partita: 5 intercetti su 14 lanci tentati. Praticamente un completo, un incompleto e un intercetto ogni tre lanci tentati. Esperimento stra-fallito! Tyrod nel secondo tempo ha tentato di raddrizzare la baracca, ma senza successo. Perlomeno ha riconquistato il posto in squadra per la Week 12, ma il suo futuro a Buffalo resta appeso ad un filo sottilissimo. Ah, e Colin Kaepernick è ancora senza lavoro…

GIAGUARI DI PAGLIA

In una stagione allergica a seguire percorsi prevedibili, non deve sorprendere che i Jacksonville Jaguars, franchigia storicamente allergica alla prosperità, siano una delle squadre più calde della NFL. Col loro record di 7-3 sono al momento al terzo posto in AFC, a una sola vittoria dal duo di testa Patriots/Steelers con 8-2. Non è nemmeno assurdo ipotizzare che i Jags chiuderanno la stagione 11-5 o meglio, record che potrebbe tranquillamente assicurare loro un bye ai playoff e, di conseguenza, uno dei migliori traguardi di sempre per la franchigia. Detto ciò, la stagione da Cenerentola di Jacksonville è un enorme fuoco di paglia. Andiamo indietro di un anno. Dopo 10 partite, i Jags erano 2-8 e il loro QB Blake Bortles stava attraversando una delle peggiori involuzioni mai viste. Bortles aveva lanciato per 2623 yard col 60% diRisultati immagini per blake bortles completi, 18 TD e 13 INT. Un anno e dieci partite dopo, Bortles sta lanciando 2084 yard col 58% di completi, 12 TD e 7 INT. Insomma, se l’anno scorso la sua stagione fu un fallimento epico, difficile non vedere come quello in corso non sia destinato ad abbassarne ulteriormente le quotazioni. Perplessità a parte, va concesse ai Jags la bontà della propria difesa. Con 14.1 punti concessi a partita e 275.5 yard concesse di media agli avversari, di cui appena 162 su lanci, la difesa dei giaguari comanda di gran lunga tutte le altre 31 squadre NFL. Tuttavia, tolto Ben Roethlisberger (intercettato ben cinque volte), la difesa capitanata da Calais Campbell ha incrociato QB dal pedigree assai sospetto come Savage, McCown, Dalton e Kizer. Come detto, Jacksonville può benissimo chiudere la stagione nel gotha della AFC, ma non va scordato come ciò sia in primo luogo dovuto ad una strength of schedule che già a inizia anno li vedeva avere il secondo calendario più facile di tutta la lega. Ma quanto è sostenibile questa fase positiva ai playoff? Considerato il 27° posto nella classifica NFL delle yard conquistate su lanci (appena 202 a gara), il deresponsabilizzare Bortles ha indubbiamente portato a buona parte dei successi recenti. Ma, quando la posta in palio si alzerà e a Bortles si chiederà qualcosa in più del limitarsi a non fare troppi danni, vedremo il valore reale di questa squadra. Che, previsione facile facile, sarà poca roba.

MVProf

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s